La potatura delle siepi segue due momenti distinti: il primo concerne i primi anni di vita, il secondo il periodo successivo, ovvero dal terzo anno in poi. Nel primo ciclo il taglio ha come obiettivo quello di rendere più sani e rigogliosi possibile i germogli delle piante; nel secondo svolge essenzialmente un ruolo estetico e di mantenimento: irrobustisce i rami e dona alla siepe la forma desiderata.

Sempre durante i primi anni di vita gli interventi sono molto più frequenti – tre o quattro nel periodo che va da maggio ad agosto -, per poi diradarsi col passar del tempo.

Una siepe, è bene ricordarlo, può essere formata da diverse tipologie di piante. Per questo le modalità di potatura variano a seconda dei casi.

Generalmente è costituita da piante sempreverdi, che non hanno grossi problemi colturali e non necessitano di cure meticolose; tuttavia esistono anche quelle formate da arbusti a foglia caduca, che invece meritano trattamenti diversi e più specifici.

Prima di procedere alla potatura è essenziale stabilire a priori che tipo di siepe si intende ottenere, visto che le modalità e i tempi variano a seconda della tipologia. Per le siepi a crescita libera, infatti, si può intervenire una volta l’anno, generalmente in autunno; per quelle a crescita squadrata il taglio va eseguito ogni volta che i rami escono dalla forma stabilita.

La nostra ditta si avvale solo del lavoro di agronomi e botanici esperti, che operano da anni nel settore e conoscono tutte le tecniche del mestiere. Inoltre utilizziamo solo macchinari- sia manuali che meccanici – sicuri e che non danneggiano le piante. I rami, infatti, possono essere tagliati manualmente o meccanicamente, ma in entrambi i casi il taglio deve essere eseguito con lame affilate e disinfettate, in modo da non recidere le gemme ed evitare la formazione di funghi e batteri.

Chiamaci per la potatura delle tue siepi. Con Oltreilgiardino avrai tutta l’esperienza e la professionalità per valorizzare al meglio il tuo angolo verde.