L’importanza delle siepi in agricoltura.

 

In campo agricolo, in Europa, limpianto e la manutenzione delle siepi sono pratiche molto antiche,  risalendo addirittura al Medio Evo, infatti, i paesaggi a campi chiusi fanno la loro comparsa proprio nel Medio Evo, rimpiazzando gli antichi boschi ed i campi aperti.

Esse hanno caratterizzato i nostri paesaggi per diversi secoli vivendo a fianco delluomo e delle generazioni che si susseguivano.

I motivi per i quali si impiantavano siepi  erano molteplici:  circondare i campi,  per segnare confini tra proprietà,  per dividere colture diverse,  per avere legname minuto da ardere,  per avere frutti spontanei, nel contrasto ai fenomeni di erosione, ecc…

 

oggi, (purtroppo), con la conseguente e massiccia meccanizzazione agricola e il bisogno sempre maggiore di spazi da destinare a coltura,  le siepi sono andata via via sempre più scomparendo.

In agricoltura, oggi, la funzione della siepe è stata dimenticata. Se guardiamo le nostre colline, le vediamo ormai  “pelate”.

 

 

 

Le siepi in città.

 

La siepe, oltre ad avere un ruolo utile,  ha un aspetto attraente e si adatta a forme e terreni diversi, per questo è stata così  largamente utilizzata per esempio nei  giardini  all’italiana, in parchi , giardini di palazzi nobiliari e ville storiche..

 

Oltre al valore estetico, bisogna ricordare, come del resto per tutte le piante,  il ruolo di migliorare la qualità dellaria; uno studio conferma la capacita delle siepi nel ridurre la concentrazione di co2 e i livelli di rumore.  Utilizzate nella città di Roma, contribuiscono al miglioramento della qualità della vita, svolgendo un ruolo nella riduzione della concentrazione atmosferica di biossido di carbonio. Inoltre,  poiché la maggior parte delle specie sono sempreverdi, trasformano la percentuale di co2 durante tutto lanno, quindi anche in inverno quando lintensità del traffico veicolare è maggiore.

 E per questo motivo che fra gli elementi dellarredo urbano le siepi sono state utilizzate fin dal 1500 allinterno dei giardini storici e dai primi anni del 1900 per delimitare i giardini pubblici e il percorso dei tram.

 

 

 

 

Le siepi nei giardini privati.

 

La loro funzione principale è quella di offrire un luogo di riparo, per difendersi da sguardi indiscreti, nascondere facciate di palazzi vicini e fortificare i confini e non di minor importanza ripararsi dal vento.

 

Le siepi inoltre possono essere considerate elementi di diversificazione del paesaggio arricchendolo di significati simbolici suggestivi e dunque valorizzandolo.

 

Qualche specie più diffusa:

 

Laurus nobilis,

Prunus Laurocerasus,

 Ligustrum Vulgare,

Photinia Red Robin

 Pittosporum Tobira,

Euonymus Variegato,

Nerium Oleander,

 

..ma anche:

 

Pyracantha Coccinea,

Biancospino,

Ilex Aquifolium,

Carpino,

Acero,

Ginestra,

Rosmarinus officinalis,

Corbezzolo,

Lillà.

..e infine sua maestà il Buxus,

simbolo dei più prestigiosi giardini non solo Italiani, ma anche Francesi e Inglesi.

Onnipresente praticamente in tutti i giardini degni di particolare fama, il Buxus è pianta ornamentale sempreverde usata per fitte siepi, o nelle varietà nane per basse bordure; in vaso come alberelli dalle forme obbligate molto decorativi.

Indispensabile nei giardini all Italiana con varie fogge ottenute con larte topiaria.